Subito il 5% di sconto sul tuo primo ordine

    

registrarsi alla newsletter conviene

VEICOLI INDUSTRIALI RENAULT: LA STORIA DI UN GRANDE SUCCESSO

renault-cover-bsp

La casa automobilistica Renault ha una lunga storia articolata, caratterizzata da momenti di grande espansione, altri di caduta e poi di rinascita, non priva di episodi da romanzo giallo. Grazie alla capacità di intuire e anticipare le esigenze del pubblico e di costruire prodotti di ottima qualità, l’azienda francese è riuscita nel tempo ad avviare proficue collaborazioni e partnership a livello mondiale. I camion e i veicoli industriali della Renault Trucks sono molto apprezzati dagli autotrasportatori per l’affidabilità anche nei lunghi viaggi. Molte aziende e liberi professionisti che lavorano nel settore del trasporto merci, scelgono di acquistare o noleggiare camion di questa marca. Tra i modelli più venduti ci sono Renault Magnum, Premium, Midlum e Trucks T.

LA STORIA E LE ORIGINI DELL’AZIENDA RENAULT

Louis Renault, ingegnere francese, ha fondato insieme ai fratelli Marcel e Fernand la sua azienda automobilistica Société Renault Frères nel 1899. L’attività di fabbricazione dei motori è iniziata nel 1903 e la prima serie di 1.500 automobili è stata realizzata per una società di trasporti su taxi di Parigi. Grazie alla qualità dei veicoli, la fama dell’azienda si è diffusa rapidamente e già nel 1908 la Casa transalpina era ufficialmente il primo costruttore di auto francese, che spaziava tra automobili e veicoli commerciali. A luglio 1996 risale la privatizzazione dell’impresa che ha assunto la denominazione di Renault SA.

La Renault dopo la Guerra e la concorrenza con Peugeot

Dopo la Prima Guerra Mondiale, la Renault ha ampliato l’offerta, dedicandosi anche alla produzione e vendita di mezzi agricoli e macchinari industriali. Durante la Seconda Guerra Mondiale, quando la Francia è stata occupata dalla Germania, l’impresa assemblava furgoni per l’esercito tedesco e nel 1944 il fondatore venne condannato per collaborazionismo e morì in prigione, prima ancora del processo, vittima di un omicidio.

Al termine della guerra, la Casa francese venne affidata all’ingegnere Pierre Lefaucheux, il quale lanciò sul mercato la 4CV, ottenendo un grande successo.

Tra gli anni Sessanta e Settanta la Casa rifiorì e acquistò la American Motors, mentre all’inizio degli anni Ottanta si è acuita la concorrenza con Peugeot. Il presidente Bernard Hanon venne sostituito da Georges Besse ma, in seguito al suo assassinio, fu il turno di Raymond Lévy, di Louis Schweitzer nel 1992 e di Carlos Ghosn nel 2005.

LA RENAULT E I VEICOLI INDUSTRIALI

Alla fine degli anni Novanta ha inizio l’alleanza tra la Renault e la General Motors nel settore dei veicoli commerciali leggeri. Lo scopo della collaborazione è, inizialmente, quello di commercializzare Renault Trafic anche con i marchi Opel e Vauxhall ed il nome Arena. In seguito viene sviluppato il nuovo modello del Trafic, lanciato nel 2000, e Opel Vivaro sostituisce l’Arena. Nell’anno successivo l’azienda francese assume il controllo della Nissan e l’accordo di co-produzione coinvolge anche la casa nipponica.

Il costruttore francese assume in seguito anche la gestione della Dacia, ampliando ulteriormente la sua rete internazionale di partnership.

LA STORIA DI RENAULT TRUCKS

L’avventura di quella che oggi conosciamo come Renault Trucks comincia ufficialmente nel 1894. In questo anno Marius Berliet realizza il motore monocilindrico e costruisce il suo primo veicolo a benzina, seguito nel 1906 dal suo primo camion. Nel frattempo Louis Renault produce nel 1906 quello che si considera come “l’antenato” dell’autobus per la città di Parigi. Tra il 1919 e il 1928 i due industriali fondano il loro gruppo automobilistico e nel 1923 Renault è la prima Casa automobilistica a proporre un trattore stradale. Nel 1928 il primo motore diesel viene montato su un autocarro.

È il 1983 quando Renault Veicoli Industriali acquisisce Dodge Europe e nel 1990 anche la americana Mack. Nel 1992 l’azienda diventa Renault V.I e nel 2001 entra a far parte del gruppo Volvo, per chiamarsi, l’anno seguente, “Renault Trucks”.

Categorie