Sconto 5% sul tuo 1° ordine

    

basta registrarsi alla newsletter

I proiettori, i fanali per la nebbia e il loro utilizzo sono accuratamente definiti dal Codice della Strada nell’articolo 151.

  • Il proiettore fendinebbia anteriore è un dispositivo presente su autoveicoli e veicoli commerciali per migliorare l’illuminazione della strada in caso di nebbia, nevicata, pioggia e polvere.
  • Il retronebbia, invece, è un fanale posto sulla parte posteriore del mezzo di trasporto, che può essere singolo o doppio. Questo ha la funzione di rendere più visibile la parte retrostante il veicolo in presenza di forte nebbia, fitta nevicata o pioggia intensa.

In molti casi si utilizzano queste luci anche nelle ore diurne al posto degli anabbaglianti proprio per ovviare alla scarsa visibilità dovuta al maltempo. In caso di lieve di nebbia, invece, l’accensione delle luci di posizione è efficace e sufficiente a migliorare la visibilità.

Queste luci in genere si trovano nella parte più bassa del muso dell’autocarro, in modo tale da illuminare la strada. Il fascio di luce emesso è più ampio in larghezza che profondo e questo evita che si abbaglino i veicoli che arrivano in senso contrario.

Il conducente del veicolo industriale non può azionare i fendinebbia a piacimento, come specificato nell’articolo 153 del Codice della Strada. Chi tiene accesi i proiettori anche quando la visibilità non è limitata a causa delle condizioni atmosferiche, è soggetto a sanzioni che vanno dai 29,40 euro ai 168 euro. È prevista, inoltre, la sottrazione di un punto dalla patente di guida.

I normali fari anabbaglianti emettono un fascio di luce che rimbalza sulle particelle della nebbia e si riflette. Il risultato è quindi quello di peggiorare ulteriormente la visibilità per il conducente. Se si usano gli anabbaglianti quando il maltempo causa scarsa visibilità, questi di solito provocano l’effetto opposto a ciò di cui si ha bisogno. L’utilizzo di fendinebbia e retronebbia spesso è abbinato a quello delle luci di posizione per potenziarne l’efficacia.

Categorie